Ad ognuno la sua stoffa!

Gonna a ruota anni 70 – disegnata da me

Ancora una gonna, ancora un colpo di fulmine!

Nella stessa sera in cui avevo appena finito di fare le foto per Oonapalooza, vado a trovare il signor Moroso e incontro la mia amica Erica che mi dice: “Bella la gonna, me la fai uguale alla tua? La vorrei usare per un matrimonio!”
Potevo dire di no ad una amica in cerca di una gonna a ruota??? NO!

Ci siamo quindi date appuntamento per cercare la stoffa adatta e, dopo varie peripezie, la stoffa l’ha trovata! Sì, sì, lei e la sua stoffa si sono trovate in un pomeriggio di fine luglio e si è deciso per questa fantasia che a me ricorda tanto gli anni ’70!

 

Cosa dire di questa gonna che non abbia già detto nei post precedenti? Andiamo sul tecnico, che di cose ce ne sono da dire!

Il tessuto è anche questo come quello del kimono a pannelli e per tagliarlo c’è voluta tutta la perizia e la pazienza di cui sono fornita per riuscire ad avere due metà perfettamente combacianti, ma direi di avercela fatta!

Il tessuto è completamente diverso da quello che avevo scelto io: un crepe di viscosa fermo senza elasticità di nessuna sorta. Ciò mi ha portato a cambiare il tipo di fascione e lampo che ho applicato alla gonna.

La mia gonna aveva un fascione in elastico alto 10 cm chiuso su se stesso ed applicato al tessuto molto elastico in jersey.
Qui, invece, ho fatto il fascione in jersey elastico, una rimanenza del vestito nero perchè non si butta via niente, foderato con la teletta termoadesiva elastica per dargli un pò di stabilità e applicato la lampo a vista inserita nella cintura.

Da ogni capo che si confeziona si impara qualcosa e da questo mi sono cominciata ad addentrare nel fantastico mondo delle mille varianti di come montare una lampo innanzitutto “normale”! Prossimamente si sperimenterà anche il meraviglioso mondo delle cerniere invisibili, ma non corriamo troppo!

Internamente ho rifinito sia i lati che il fondo di tutta la gonna con la taglia cuci e il filo bianco.

Un piccolo segreto che voglio svelarvi è che mi sono fatta una nuova, emozionante, fantastica amica: la teletta termoadesiva di 2 cm autoadesiva su entrambi i lati!!! E’ questa nuova amica che mi ha permesso di fare dei bordi perfettamente combacianti e senza cuciture e rispettando il tempo di consegna prima del matrimonio!

Ringrazio con tutto il cuore la mia amica Erica per essersi fidata di me e avermi dato l’opportunità di imparare ancora!

Vi è capitato di dover imparare nuove tecniche per adattare il vostro capo a un tessuto diverso da quello che avevate in mente?

Ciao, alla prossima !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *