Un nuovo amore, lo Chambray!

Ciao! Oggi vi faccio vedere il mio tanto decantato di vestito chambray che ho fatto per il matrimonio della Puglia!

Questo vestito di chambray parte da lontano: prima di partire avevamo consultato tutte le  previsioni meteo del mondo e niente, avevano già messo brutto con continuità. La mia idea era stata in partenza di farmi un giacchino di jeans, ma dato che sono arrivata un pochino lunga sulle tempistiche, ho guardando un po’ su Pinterest, ho chiesto consiglio alle amiche e ho trovato una via di mezzo!

Ho pensato: un maxi vestito c’è la possibilità che lo possa utilizzare anche in altri periodi dell’anno, non solo ora, quindi vestito chemisier fu!

Trovato il modello su La Mia Boutique del 08-09/2017 che potesse adattarsi alle mie esigenze, ho modificato un pò di particolari: la stilista che ha proposto il modello l’aveva pensato un po’ più  asimmetrico ma io l’ho ripulito di qualsiasi velleità asimetrica e ne ho ricavato un vestito molto semplice e molto versatile.

Poi è stato il momento della scelta del tessuto: avevo la necessità di un tessuto che fosse il più semplice possibile, poichè vestendomi molto a fiori, la scelta di cucire un tessuto con un motivo anch’esso, mi avrebbe penalizzato in futuro e non volevo!

Ho optato per uno chambray di cotone acquistato su www.lafabtessuti.com.

Lo chambray, non so spiegarmi perchè,  è molto difficile da trovare nei negozi vicino a me e online si trova principalmente nei negozi stranieri. Quindi quando sono riuscita a trovarlo l’anno scorso da www.lafabtessuti.com, una realtà italianissima marchigiana, ne sono stata davvero felice! Alla fine poi, vuoi comprare solo 1 tessuto?! NO! Alla fine ne ho acquistati anche altri due, un raso color melanzana che vorrei utilizzare il prima possibile ma per il quale non ho ancora trovato l’idea giusta e un cotone da bambina che aveva i cuori quindi doveva essere mio!

Ora, quello che ho acquistato io era uno chambray da 280 gr/m2, loro sul sito adesso ne hanno uno che si avvicina al mio ed è da 240 gr/m2 .

Che poi, ve l’ho fatto vedere indossato?! NO??? Beh, dai rimedio allora!

E l’articolo che parla del vestito azzurro, lo trovate qui!

A voi piace cucire capi che riutilizzerete spesso o capi che userete una solo volta e poi più?

Ciao, alla prossima Nuovo cartamodello DNDC: Atena, la blusa raglan!

Se ti va di seguirmi su Instagram o Facebook, mi trovi con il nome DiNuvoleDiCuori! Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *